Roma, Milano
+39 0287348316
info@yourgroup.it

WELFARE E DETASSAZIONE DEI PREMI DI RISULTATO

di Emanuela Sermidi, Senior Advisor yourHR

welfare e detassazione premi di risultato - yourHR

 

Mai come oggi la volontà delle imprese è di sostenere il benessere, non solo professionale, dei propri collaboratori che sono la risorsa strategica a tutti gli effetti delle aziende.

L’attenzione alle esigenze delle persone ha un impatto importante sulle performance e sulla motivazione.

Il miglioramento del work-life balance è una leva importante per la crescita armonica dell’azienda.

Tutto questo si traduce in “cost optimization” e per un’analisi propedeutica allo sviluppo di un piano di welfare YourGroup è a disposizione.

 

PIANO WELFARE: UNA SOLUZIONE

  • Disporre di pacchetti retributivi migliori per attrarre nuovi talenti e avere a disposizione leve di gestione innovative
  • Motivare il personale, in particolare dopo integrazioni/ristrutturazioni
  • Aumentare la capacità di spesa delle persone
  • Aumentare la Brand Image aziendale e valorizzarla quale luogo di lavoro nei confronti dei competitors
  • Efficienza fiscale/Piano welfare
  • Aumentare il livello di fidelizzazione dei dipendenti e ridurre il turnover
  • Migliorare le performance e l’efficienza

PIANO WELFARE: I VANTAGGI

Per i dipendenti:

  • I benefit inclusi nel piano NON concorrono a formare il reddito e quindi NON sono tassati
  • Diventano consapevoli dell’effettivo valore del benefit e dell’effettivo costo sostenuto dall’azienda

Per l’azienda

  • I benefit sono soggetti a contribuzione agevolata o ne sono esenti
  • L’azienda blocca nel tempo il budget per i benefit: l’impresa non offre un benefit (il cui costo può aumentare nel tempo) ma mette a disposizione un budget.

PREMI DI RISULTATO: TASSAZIONE RIDOTTA

Tanti contratti collettivi prevedono i premi di risultato, ecco una buona soluzione per salvaguardare il potere d’acquisto degli importi erogati.

TASSAZIONE RIDOTTA

  • L’importo lordo pagato per premi di risultato è tassato (lato dipendente) con tassazione separata al 10%, entro l’importo lordo di 3.000 euro, con reddito imponibile massimo annuo di 80.000 euro.
  • Il limite di 3.000 euro può essere innalzato a 4.000 euro, coinvolgendo i dipendenti nelle scelte organizzative (es. partecipazione a riunioni per determinare i criteri di qualità, suggerimenti di miglioramento nei processi etc).
  • Il premio deve esser erogato in ragione del raggiungimento di obiettivi misurabili e verificabili

Criteri definiti in modo esaustivo nel D.M. 25.03.2016.

  • Importi ed obiettivi di miglioramento devono essere concordati attraverso un accordo sindacale (aziendale, territoriale, di settore o nazionale).
  • Il costo per l’azienda non cambia, ma il dipendente percepisce una somma netta più alta (in altre parole l’Azienda può anche allocare a budget una somma lorda inferiore per garantire al dipendente lo stesso netto oggi percepito).

PREMI DI RISULTATO: BENI E SERVIZI INVECE DI CASH

E’ possibile sostituire l’erogazione del premio con l’assegnazione di beni o servizi, esenti da tasse e contributi:

  • Contribuzione per pensione integrativa
  • Assicurazione sanitaria integrativa
  • Piano azionario (SPP-Share Purchase Plane)
  • Beni e prodotti,
  • Erogazione di servizi
  • Eventi ricreativi
  • Istruzione ed educazione
  • Badanti o infermieri per parenti disabili o anziani
  • Trasporto collettivo

In pratica: l’Azienda alloca un budget di spesa, lasciando a ciascun dipendente la possibilità di scegliere tra beni/servizi che interessano. Di fatto l’Azienda spende meno, riuscendo a dare di più ai dipendenti.

Predisporre un accordo finalizzato all’erogazione del premio di risultato comporta la conoscenza di tecnicismi e normative complesse. Le esenzioni fiscali e contributive vanno applicate nel rispetto dei massimali previsti dall’Agenzia delle Entrate.

Gli HR Fractional Executive Manager di YOURgroup possono supportare le aziende in tutto il processo.

Un Fractional Executive può fare la differenza per una PMI.

Come?
Scarica il primo capitolo dell’ebook “Il futuro del management: la modalità Fractional” per scoprirlo!

  • Posted by yourhr
  • On 1 Marzo 2021
  • 0 Comments
  • 3 likes

Leave Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...