Strategie di Corporate Social Responsibility, Diversity Management e Welfare aziendale

yourhr_strategie-di-corporate-social-responsibility-diversity-management-e-welfare-aziendaleLa produttività di un’azienda si misura sulla base di vari parametri ed è influenzata da diversi fattori: allocazione  delle risorse, organizzazione interna, qualità del management, soddisfazione dei dipendenti ecc.

Soprattutto quest’ultima risulta fondamentale per incrementare la capacità dei dipendenti di mettersi in gioco, di contribuire in maniera esponenziale al successo dell’azienda e di costituire un pezzo importante della brandy reputation di quell’organizzazione.

Per aumentare la soddisfazione dei dipendenti può essere estremamente utile mettere in atto politiche che mirino a:

incrementare la brand loyalty interna attraverso azioni socialmente utili che l’azienda può mettere in campo anche coinvolgendo gli stessi dipendenti e che possono beneficiare specifiche categorie di persone  (l’infanzia, particolari disabilità, ecc) o territori definiti (spesso quelli su cui insiste l’azienda stessa). In questo modo i dipendenti possono essere doppiamente beneficiari sia dal sentire di lavorare in un ambiente che si prende cura di categorie più deboli che dall’azione positiva che l’azienda opera nel territorio in cui loro ed i loro familiari vivono
migliorare il clima aziendale implementando politiche mirate per categorie distinte di persone attraverso l’uso estensivo del Diversity Management. Far sentire ciascuno non diverso né uguale ma unico diventa un paradigma che chiunque in azienda imparerà a valutare come estremamente virtuoso e portatore di ricchezza per ciascuno. Perché valorizzare appieno le diversità e dar loro cittadinanza nel tessuto aziendale contribuisce a moltiplicare il rendimento dei dipendenti come molti studi provano.
gestire il welfare interno ovvero definire strumenti che aumentino il benessere aziendale può costituire un fortissimo elemento di soddisfazione, attrazione e retention del personale anche in mercati competitivi. Tali strumenti possono andare da quelli più classici (asilo interno, assicurazione medica, soggiorni estivi per i figli dei dipendenti, buoni libro per la scuola) non sempre facile da gestire e sicuramente con un costo sensibile ad altri (come la banca delle ore, il censimento delle competenze extralavorative dei dipendenti e l’organizzazione di iniziative che li vedano “prestatori” dei loro talenti a favore della comunità lavoratova) semplici da organizzare e praticamente senza costi per l’azienda.

Gli strumenti per aumentare la soddisfazione dei dipendenti sono quindi molteplici e tutti hanno anche l’effetto di moltiplicarne il rendimento e la produttività. Molti di questi possono essere facilmente introdotti anche in aziende di piccole o medie dimensioni ed a costi molto bassi od in molti casi nulli.